PROGRAMMA DETTAGLIATO

Il percorso e-learning è articolato in 13 moduli.

1° LEZIONE

BASI DI OMEOPATIA e FARMACOPRASSIA OMEOPATICA

I principi fondamentali dell’Omeopatia:

  • Dosi infinitesimali
  • Similitudine
  • Totalità/Individualità

Prove sperimentali a suffragio della veridicità scientifica dei principi dell’Omeopatia.

Il concetto di “Farmacodinamica” del rimedio omeopatico: il tropismo (organico, strutturale, funzionale) delle diluizioni.
Meccanismo d’azione e uso delle diverse diluizioni omeopatiche.

2°LEZIONE

PRINCIPI DI OMOTOSSICOLOGIA

Omotossicologia come evoluzione dell’Omeopatia.
La collocazione dell’Omotossicologia nel panorama delle Medicine: suoi punti d’incontro con l’Allopatia e con l’Omeopatia.
Il concetto di Sistema di Flusso in Equilibrio Dinamico (Von Bertanlanffy)
La Tavola delle Omotossicosi: sua lettura clinica in termini di reattività e funzione.
Principi di semeiotica medica fisica essenziale applicata all’Omotossicologia per una corretta diagnosi.
L’importanza della matrice extra-cellulare e del drenaggio.

Il Drenaggio omotossicologico:
  • il Drenaggio connettivale
  • il Drenaggio cellualare
  • il Drenaggio emuntoriale.
Strategie terapeutiche e schemi di Drenaggio


3° LEZIONE

FARMACOLOGIA OMOTOSSICOLOGICA

Farmacoprassia omotossicologica e sue innovazioni (la diluizione scalare, l’accordo di potenza, il principio di Bürgi, il principio della sovrapponibilità tra struttura omeofarmacologica del preparato composto e cammino etio-patogenetico della malattia)

La Farmacologia omotossicologica, struttura e classificazione delle diversi classi di farmaci:
  • Rimedi unitari (Unitari dell’Omeopatia Classica; Catalizzatori intermedi; Nosodi; Derivati d’organo di suino “Suis”; Allopatici omeopatizzati)
  • Preparati composti (Composti semplici; Homaccord; Compositum di stimolo generale aspecifico; Compositum tissutali)
  • La proiezione delle diverse classi di farmaci nella Tavola delle Omotossicosi.
  • Il concetto di strategia terapeutica in relazione alla fase di inquadramento della malattia.
  • Le diverse classi di farmaci in relazione alla localizzazione ed al tipo di patologia inquadrata nella Tavola delle Omotossicosi.
  • Farmacologia applicata alla Clinica: quando, come , perché, in quali fasi patologiche utilizzare i diversi tipi di farmaci omotossicologici.

4° LEZIONE

OTORINOLARINGOIATRIA

  • L’influenza (prevenzione e cura)
  • La tosse
  • Le faringiti
  • Le tonsilliti (acute e cronico-recidivanti)
  • La febbre
  • Le rinosinusiti
  • Le vertigini
  • Le cinetosi
  • La “borsa degli attrezzi” in Farmacia: i farmaci omotossicologici fondamentali per le patologie otorinolaringoiatriche

5° LEZIONE

PEDIATRIA

Il ruolo del farmacista nella salute del bambino:
  • Primo intervento nelle piccole patologie
  • Prevenzione e cura delle sindromi influenzali e da raffreddamento
  • Le IRR (infezioni respiratorie recidivanti) possibilità di intervento in prevenzione
  • Le tonsilliti acute e croniche
  • La febbre
  • Le coliche gassose del lattante
  • Possibilità di intervento in gastroenterologia: stipsi e diarrea
  • Il bambino inappetente
  • Il bambino sottopeso: il ruolo degli integratori amminoacidici
  • Il bambino in viaggio: la cinetosi
  • Il bambino “irrequieto”

6° LEZIONE

ALLERGOLOGIA

  • Interpretazione omotossicologica della Sindrome Allergica
  • Il puzzle allergico
  • Eziopatogenesi della Sindrome Allergica e relativi step terapeutici omotossicologici
  • Rationale terapeutico nella Sindrome Allergica: drenaggio-desensibilizzazione specifica-desensibilizzazione aspecifica-terapia sintomatica
  • Le Riniti allergiche
  • Le Congiuntiviti allergiche
  • Allergie e intolleranze alimentari
  • Le forme orticarioidi
  • La dermatite atopica
  • Studio dei principali farmaci omotossicologici indicati nelle più comuni patologie allergiche

7° LEZIONE

GASTROENTEROLOGIA

  • Semeiotica fisica essenziale e linee guida per l’approccio diagnostico integrato al paziente gastroenterologico in Farmacia
  • Studio dei principali farmaci omeopatici-omotossicologici di ambito gastroenterologico e metabolico
  • Ruolo dei Probiotici e degli Integratori alimentari nella terapia delle patologie gastroenteriche
L’intervento terapeutico biologico nelle principali affezioni gastroenteriche e del metabolismo:
  • Gastrite acuta e cronica
  • Colonpatie funzionali
  • Colon irritabile
  • Meteorismo
  • Stipsi
  • Diarrea
  • Dislipidemie
  • Obesità

8° LEZIONE

ORTO-TRAUMATOLOGIA E MEDICINA DELLO SPORT

  • Cenni di Fisiologia della fibrocellula muscolare
  • Gestione biologica dello sportivo
  • Il potenziamento muscolare biologico
  • Supplementazione nutrizionale dello sportivo
  • La gestione delle patologie traumatiche osteo-artro-mio-fasciali
  • Studio dei principali farmaci ad azione antinfiammatoria e antidegenerativa per i tessuti dell’Apparato locomotore
  • Studio dei farmaci per tropismo loco-regionale

9° LEZIONE

GINECOLOGIA

  • Interpretazione olistica della Fisiologia femminile
  • Cenni di fisiopatologia dei principali disturbi femminili durante la pubertà, l’età fertile, la menopausa
Il consiglio del Farmacista nell’ambito della piccola patologia ginecologica:
  • sindrome premestruale
  • vaginiti
  • infezioni da candida
Il consiglio del Farmacista in ambito estetico:
  • alopecia
  • cellulite
  • bio-lifting cosmetico di viso, collo e seno
  • controllo del peso corporeo
Il consiglio del farmacista durante la gravidanza e l’allattamento:
  • disturbi vascolari (insufficienza venosa, emorroidi)
  • disturbi digestivi (dispepsia funzionale, iperacidità gastrica)
  • disturbi metabolici e supplementazione nutrizionale
  • disturbi dermatologici (ragadi al capezzolo)
Il consiglio del Farmacista durante la menopausa:
  • vampate
  • osteoporosi
  • dispareunia
  • insonnia
  • alterazioni del tono dell’umore

10° LEZIONE

WELLNESS: LA MEDICINA DEL BENESSERE

  • Benessere ed Omeostasi: 4 mosse per recuperare la piena efficienza fisiologica
  • La sindrome da stanchezza cronica: come affrontarla quale consiglio dare
  • L’integrazione nutrizionale per il sostegno ed il potenziamento delle funzioni mnemonico-cognitive
  • Il consiglio biologico del farmacista in Medicina Estetica: disintossicazione, drenaggio e controllo del peso
  • Schemi base in medicina Anti Aging
  • La gestione del sovrappeso e il controllo del senso di fame: gli integratori nutrizionali e la farmacologia omeopatica-omotossicologico
  • Il consiglio del farmacista per la cellulite e gli altri più comuni inestetismi.

11° LEZIONE

MEDICINA ANTI -AGING

  • I meccanismi fisio-patologici dell’invecchiamento
  • Importanza del controllo dei parametri omeostatici durante la III età
  • Approfondimenti sul pH della matrice
  • Ruolo dei radicali liberi nell’invecchiamento
  • Controllare e limitare i processi infiammatori: il primo obiettivo per mantenersi sani ed efficienti durante la III età

Focus sui principali quadri patologici associati alla III età:
  • Osteoporosi
  • Immunosenescenza
  • Endocrinosenescenza
  • Anemia
  • Deficit di attenzione e disturbi della memoria
  • Insonnia
  • Sindromi depressive
  • Ipertrofia prostatica

12° LEZIONE

NUTRACEUTICA

  • Nutraceutica: significato, possibilità applicative e campi di utilizzo “terapeutico”
  • Omeostasi e suo significato in Medicina Naturale
  • Ruolo dei sistemi di controllo dell’Omeostasi organica nel determinismo dello stato patologico e peri-patologico: pH, temperatura, glicemia, ossigenazione
  • Centralità della Matrice Extra-Cellulare nella Fisiopatologia dell’Omeostasi
  • Importanza dell’intestino nel controllo dell’equilibrio neuro-immuno-endocrino
  • Influenza dello stress ossidativo nei processi patologici e di invecchiamento
  • La batteria di integratori nutrizionali fondamentali in Medicina Naturale: caratteristiche e rationale d’uso
Strategia integrata per il mantenimento o il recupero dell’Omeostasi:
  • riequilibrio neuro-vegetativo
  • riequilibrio acido-base
  • drenaggio
  • controllo alimentare
  • Strategia integrata nutraceutica per il mantenimento della piena efficienza fisiologica.
  • Linee guida nutraceutiche nei principali disordini metabolici (anemia sideropenica, ipercolesterolemia e ipertrigliceridemia, sovrappeso e obesità, ecc), neuro-distoniche (sindrome da stress cronico, disturbi del sonno, ecc.), gastroenteriche (disbiosi intestinale, sindrome del colon irritabile, stipsi, diarrea), vascolari (arteriosclerosi).

13° LEZIONE

FLORITERAPIA DI BACH

  • La Floriterapia: cenni storici e filosofici
  • Il concetto di salute e malattia secondo E. Bach
  • Classificazione dei rimedi floreali
  • Trattazione analitica dei singoli rimedi floreali
  • Raccolta e repertorizzazione degli stati emotivi ed individuazione dei rimedi correlati
  • La preparazione del rimedio floreale: differenze tra stock bottle e “preparazione”
  • Le peculiarità dei Fiori di Bach Guna
  • Pronto Soccorso con i Fiori di Bach: il Resource Remedy
  • L’individuazione del rimedio: la corretta posologia di utilizzo
  • L’uso pratico dei rimedi: indicazioni ed associazioni terapeutiche
  • Il significato dello “Stock bottle”, della diluizione e delle altre modalità di somministrazione dei Fiori di Bach.
  • Il ruolo del Farmacista nella gestione della Floriterapia di Bach.
  • Linee guida per il corretto rapporto Farmacista-cliente
  • Modalità di comunicazione ed interazione tra farmacista e cliente in Floriterapia di Bach.



Ultime modifiche: martedì, 24 febbraio 2015, 10:36